andergr@und.it      Home Showbiz Recensioni CD

Moby - Last Night

E-mail Stampa PDF

Moby - Last NightProprio non ci siamo: quattordici brani di elettronica raffazzonata e sottotono. Di certo non allaltezza dei lavori precedenti. Sar che il dichiarato intento di ritornare a una musica da dancefloor, con ammiccamenti alla disco anni 70, di questi ultimi tempi non proprio dei pi originali, sar che Richard Melville Hall ci aveva abituato a lavori migliori, pi gradevoli e pi ispirati, ma questo nuovo album di Moby proprio non riesce a decollare. Le quattordici tracce di Last Night sono assonnate e fiacche, e ripropongono unelettronica soft degna di una discoteca smorfiosa ed esclusiva. Con questo disco Moby non sembra superare il suo limite principale, quello cio di fare pezzi che, salvo poche eccezioni (vedi i suoi singoli di successo degli anni passati), non riescono ad essere autonomi, e che, se estrapolati dallalbum e sentiti singolarmente, perdono qualsiasi potenziale attrattiva. In qualche momento sembra che Moby si renda conto della inconsistenza dei brani e cerchi di salvare la situazione rimpolpandoli con qualche fraseggio rap e R&B, oppure dandogli qualche venatura vintage senza per migliorare lo stato delle cose. Qualche soddisfazione ce la regalano i brani pi intimistici e meno pacchiani, come Mothers Of The Night e Last Night, particolarmente adatti come discreto sottofondo.

 

Arretrati

Collabora con noi!

Statistiche

 Statistiche gratis